ERANO VERAMENTE IN BUONA FEDE? MATTARELLA FIRMERA’ IL “ROSATELLUM-BIS”?

     Il 19 ottobre u.s. sul blog “Profumo di donna”, dopo l’approvazione illegittima per violazione dell’art. 72 della Costituzione da parte della Camera dei deputati, mi ero rivolto direttamente al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella rivolgendogli una domanda che qualsiasi cittadino avrebbe avuto il diritto di rivolgergli, Perchè non ha impedito che venisse posta la fiducia su una legge elettorale?

     Analoga domanda è stata rivolta qualche giorno fa da un ragazzo della delegazione delle scuole superiori ricevuta al Quirinale al Presidente Mattarella il quale ha risposto in modo non del tutto chiaro perchè la sua risposta era parzialmente da chiarire.

     Alla domanda che gli chiedeva “che cosa fa quando arriva alla sua attenzione una legge che non Le piace?” il Presidente ha risposto:

     “””…Non contano le mie idee perchè non è a me che la Costituzione affida il compito di fare le regole con le le leggi…””” avendo piuttosto “””l’obbligo di firmare perchè guai se ognuno pensasse che le proprie idee personali prevalgono sulle regole dettate dalla Costituzione”””. Però ha aggiunto “””C’è solo un caso in cui  in cui posso – anzi devo – non firmare:quando arrivano leggi o atti amministrativi che CONTRASTANO PALESEMENTE , in maniera chiara con la Costituzione”””.

     La risposta del Presidente non chiariva sino in fondo in modo comprensibile allo studente ciò che egli non poteva capire senza aver letto l’art. 72 della Costituzione.

     Anche il Presidente del Senato Grasso, quando la fiducia è stata posta nell’Aula del Senato alla stessa legge elettorale avrebbe potuto non accettarla ma non lo ha fatto per evitare di fare, a mio avviso, uno sgarbo al Presidente della Repubblica ma subito dopo aver chiuso i lavori della seduta, ha comunicato all’assemblea le proprie dimissioni dal Pd, il partito che a maggioranza, ancora una volta, aveva approvato indebitamente la legge elettorale motivando  con parole che avrebbero fatto vergognare i Senatori che avessero compreso o almeno intuito le motivazioni espresse dal Presidente del Senato, delle vere STAFFILATE!  “””…COMPORTAMENTI CHE IMBARAZZANO LE ISTITUZIONI E NE MINANO LA CREDIBILITA’ E L’INDIPENDENZA””” e quindi potrebbero costituire un turbamento dell’equilibrato funzionamento delle Istituzioni.

    Spero che il Presidente del Senato Grasso, parlando delle Istituzioni non lo abbia fatto a suo nome e che, quindi,  il Presidente della Repubblica Mattarella, da costituzionalista,  NON FIRMI una legge come quella elettorale che è arrivata sul suo tavolo PERCHE’ CONTRASTA PALESEMENTE, IN MANIERA CHIARA CON L’ART. 72 DELLA COSTITUZIONE.

   Ma una delle vice segretarie del Pd, nella sua pochezza arrogante, l’unica cosa che ha saputo fare  E’ STATO CHIEDERE AL SENATORE PIETRO GRASSO DI DIMETTERSI DA PRESIDENTE DEL SENATO!!!                                                        

 

Annunci

Informazioni su cordialdo

Nato in provincia di Reggio Calabria dove si è diplomato. Emigrato a Novara a 18 anni dove ha abitato e lavorato per 50 anni. Attualmente, pensionato, vive in provincia di Bergamo. Ama l'alta montagna, soprattutto l'Alta Val Venosta, in provincia di Bolzano dove trascorre le sue vacanze estive ; quest'anno per il 27° anno. Amo gli animali, soprattutto i cani come il mio Spillo che vive con me da 14 anni, raccolto a 6 mesi sull'orlo di una strada provinciale lombarda buttato in un sacchetto come un rifiuto da un'auto in movimento! Sino alla scorsa estate siamo andati insieme in alta montagna oltre i 3.000 m. di quota. Spero di tornarci ancora! Sono in WhatsApp. Appartieni alla cerchia dei miei amici? Chiamami.
Questa voce è stata pubblicata in Leggere e rispettare l'art.72 della Costituzione., Rispetto delle regole. Contrassegna il permalink.