QUANDO L’ABBROGAZIONE DI UNA LEGGE VIENE INVOCATA NON SOLO A SPROPOSITO!

………………….

                             (Lorenzo Fontana ministro della (famiglia) -Lega

……………………………

………………………………………… Simboli amati dai fascisti

 

      Solo un ministro leghista come quello della “famiglia”, Lorenzo Fontana, può, senza arrossire, chiedere al governo in carica di ABROGARE LA LEGGE MANCINO, quella che i “leghisti” già nel 2014 avevano proposto con referendum di abrogare e che era nata nel 1993, in aderenza con la Costituzione e porta il nome dell’allora ministro dell’interno ed uno dei suoi primi effetti fu proporio lo scioglimento nello stesso anno di un sedicente “Movimento Politico Occidentale”, organizzazione di estrema destra fondata nel 1984. 

     La cosiddetta “legge Mancino”  SANZIONA, TRA L’ALTRO, LA PARTECIPAZIONE A OGNI ORGANIZZAZIONE, ASSOCIAZIONE, MOVIMENTO O GRUPPO CHE ABBIA TRA I PROPRI SCOPI L’INCITAMENTO ALLA DISCRIMINAZIONE O ALLA VIOLENZA PER MOTIVI RAZZIALI, ETICI, NAZIONALI O RELIGIOSI E PUNISCE L’UTILIZZO DI TUTTI I SIMBOLI LEGATI. 

     Tale legge non fa altro che ribadire la “XII DISPOSIZIONE TRANSITORIA E FINALE DELLA COSTITUZIONE ITALIANA” che recita:”E’ VIETATA LA RIORGANIZZAZIONE, SOTTO QUALSIASI FORMA, DEL DISCIOLTO PARTITO FASCISTA. IN DEROGA ALL’ART.48 SONO STABILITE CON LEGGE PER NON OLTRE UN QUINQUENNIO DALL’ENTRATA IN VIGORE DELLA COSTTUZIONE, LIMITAZIONI TEMPORANEE AL DIRITTO DI VOTO E ALLA ELEGGIBILITA’ PER I CAPI RESPONSABILI DEL REGIME FASCISTA.  (LEGGE 645 DEL 1952 NOTA COME LEGGE SCELBA.) 

     Oggi alcuni dirigenti del Pd, che con i governi che la Legge Mancino (ed anche la Costtuzione che volevano stracciare,calpestare con la loro “SCHIFORMA“, si stracciano le vesti contro il governo che la difende e che loro hanno sempre ignorato insieme ai loro sodali alleati noti o sottobanco.

     Erano ciechi e sordi anche negli stadi dove spesso erano presenti e dove i simboli fascisti (compreso il saluto romano) continuano ad essere utilizzati anche contro i giocatori delle squadre di calcio che hanno la pelle di un colore diverso dalla loro.                                                                                                                                                                                                     

Annunci

Informazioni su cordialdo

Nato in provincia di Reggio Calabria dove si è diplomato. Emigrato a Novara a 18 anni dove ha abitato e lavorato per 50 anni. Attualmente, pensionato, vive in provincia di Bergamo. Ama l'alta montagna, soprattutto l'Alta Val Venosta, in provincia di Bolzano dove trascorre le sue vacanze estive ; quest'anno per il 27° anno. Amo gli animali, soprattutto i cani come il mio Spillo che vive con me da 14 anni, raccolto a 6 mesi sull'orlo di una strada provinciale lombarda buttato in un sacchetto come un rifiuto da un'auto in movimento! Sino alla scorsa estate siamo andati insieme in alta montagna oltre i 3.000 m. di quota. Spero di tornarci ancora! Sono in WhatsApp. Appartieni alla cerchia dei miei amici? Chiamami.
Questa voce è stata pubblicata in fascismo e fascisti di ieri e di oggi!. Contrassegna il permalink.

Una risposta a QUANDO L’ABBROGAZIONE DI UNA LEGGE VIENE INVOCATA NON SOLO A SPROPOSITO!

  1. cordialdo ha detto:

    L’ha ribloggato su profumo di donna.

I commenti sono chiusi.