ALTO ADIGE – GESTIONE DEI FONDI RISERVATI, DURNWALDNER, EX PRESIDENTE DELLA PROVINCIA DI BOLZANO, E’ NEI GUAI.

      ………………………

Questa è la foto nella quale Luis Durnwalder col suo avvocato Brandstatter sorrise dopo l’assoluzione in primo grado. Ma c’è un antico proverbio che ricorda che “ride bene chi ride per ultimo”.

           Nel caso specifico, la Cassazione, accogliendo il ricorso della Procura generale contro l’assoluzione per insufficienza di prove di Durnwalder con la motivazione “””La buona fede dell’imputato non può derivare dall’ignoranza della legge””” .

          Nella sentenza la  sesta  sezione penale della Corte di Cassazione, presidente Stefano Petitti, ha scritto che l’ex  presidente della provincia di Bolzano, dovendo avere piena conoscenza dei principi costituzionali in tema di spesa e dell’inesistenza di agire “uti princeps” avrebbe dovuto attivarsi per disattivare ogni precedente prassi illecita, interrompendola immediatamente e non perseverare nell’ingiustificato utilizzo dei fondi riservati, cosa che i nuovi giudici di secondo grado non potranno ovviamdente ignorare e cioè che “””integra il reato di peculato l’utilizzazione di denaro pubblico accreditato su un capitolo di bilancio intestato a “spese riservate” quando non si fornisce una giustificazione certa e puntuale del suo impiego per finalità strettamente corrispondenti alle specifiche attribuzioni e competenze istituzionali del soggetto che ne dispone, tenendo conto delle norme generali della contabilità pubblica”.

        La Suprema Corte ha sottolineato che il sistema delle cosiddette compensazioni adottate per anni dall’ex governatore Luis Durnwalder , rilevandolo in sentenza, che giudici di appello pur avendo riconosciuto la natura incontestabile privata di alcune spese è approdata ad una decisione assolutoria “sulla base di una argomentazione non lineare e non condivisibile”.

        Sostanzialmente, la Corte di Cassazione ha ritenuto che il reato di peculato sia stato provato e così annulla senza rinvio la sentenza di appello impugnata limitatamente ai fatti commessi sino all’11 marzo 2006 perchè prescritti rinviando invece alla Corte di Trento per un nuovo giudizio d’appello  per i fatti commessi in epoca successiva.                             

Annunci

Informazioni su cordialdo

Nato in provincia di Reggio Calabria dove si è diplomato. Emigrato a Novara a 18 anni dove ha abitato e lavorato per 50 anni. Attualmente, pensionato, vive in provincia di Bergamo. Ama l'alta montagna, soprattutto l'Alta Val Venosta, in provincia di Bolzano dove trascorre le sue vacanze estive ; quest'anno per il 27° anno. Amo gli animali, soprattutto i cani come il mio Spillo che vive con me da 14 anni, raccolto a 6 mesi sull'orlo di una strada provinciale lombarda buttato in un sacchetto come un rifiuto da un'auto in movimento! Sino alla scorsa estate siamo andati insieme in alta montagna oltre i 3.000 m. di quota. Spero di tornarci ancora! Sono in WhatsApp. Appartieni alla cerchia dei miei amici? Chiamami.
Questa voce è stata pubblicata in nessuno può invocare l'ignoranza della legge. Contrassegna il permalink.

Una risposta a ALTO ADIGE – GESTIONE DEI FONDI RISERVATI, DURNWALDNER, EX PRESIDENTE DELLA PROVINCIA DI BOLZANO, E’ NEI GUAI.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...